Tecnologia Microsoft acquista LinkedIn per mettere un social dentro Office

Emanuele Caracci

Ieri il CEO di Microsoft Satya Nadella ha confermato l’acquisto e dato il benvenuto a tutti gli utenti di LinkedIn in casa Microsoft anticipando quali sono i piani dell’azienda per i prossimi sviluppi.

LinkedIn staff

La piattaforma sarà presto integrata dentro Outlook e nell’intera suite di Office, mentre le notifiche di essa saranno implementate a quelle di Windows. Oltre a questo Microsoft permetterà la condivisione del nostro curriculum vitae direttamente da un documento Word e di inviare la candidatura per offerte di lavoro direttamente da Windows.

In primis sarà consentito agli utenti di integrare il loro profilo LinkedIn, con la relativa rete di contatti, all’interno di Outlook, il programma di posta e l’agenda di Office, e degli altri prodotti del pacchetto in versione desktop o cloud (Office 365). Quindi potremo inviare direttamente una mail a un nostro contatto o scorrere le sue esperienze lavorative prima di avviare una conversazione Skype.
Microsoft desidera soprattutto far emergere le informazioni rilevanti sulle persone al momento più opportuno immaginando, per esempio, Cortana che ci riassume la sua carriera o accenna a un paio dei suoi interessi. Niente male, se si tratta di fare colpo.

Insomma, chi scrive il suo curriculum in Word poi potrà aggiornare direttamente le informazioni sul proprio profilo LinkedIn.

L'amministratore delegato di Microsoft Satya Nadella

E poi c’è LinkedIn Lookup, l’app che permette di cercare informazioni e interagire con i colleghi in azienda, la quale funzionerà attraverso Active Directory, il sistema di Microsoft che gestisce domini ed utenze dei vari lavoratori. Oltre a questo avremo anche Teams, la nuova chat da ufficio da poco lanciata dall’azieda di Redmond.
Non finisce qui! Saranno forniti corsi virtuali di learning offerti all’interno dell’ambiente di Office ed un desk editoriale dovrebbe combinare i contenuti di LinkedIn con quelli di MSN, per dare vita a un newsfeed simile a quello di Facebook, ma tutto concentrato sulle necessità dei professionisti.

La nostra priorità è far crescere LinkedIn“, scrive Nadella.

E inserirlo all’interno dell’ambiente di lavoro di Microsoft sulla carta è il modo più rapido non solo per allargare la sua base di utenti (1,2 miliardi di persone usano Office, il triplo degli iscritti a LinkedIn), ma soprattutto per mostrare loro che sì, il network serve effettivamente a qualcosa.
E voi cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Emanuele Caracci on FacebookEmanuele Caracci on InstagramEmanuele Caracci on Tumblr
Emanuele Caracci
Emanuele Caracci è un informatico, radiofonico, giornalista e pianista italiano. 

E' attuale Fondatore e Direttore di Radio Artista, una web radio online che ha fondato a soli 13 anni.
Trackback URL