Tecnologia

Geminoid a Roma: il robot umanoide di Hiroshi Ishiguro

La robotica umanoide è arrivata a compiere passi da gigante, come quello del Geminoid. Il prof. Sorbello ha ricordato ieri all’evento del 25 novembre presso l’Auditorium Macro, che tra 10 anni saremo in grado di riprodurre da zero il cervello umano.
In molti tra i presenti sono rimasti affascinati da questa importante iniziativa.

Uomini o androidi?

Io ed il Geminoid HI-1
Io ed il Geminoid HI-1

Geminoid è la creazione più sorprendente dell’uomo che da anni lavora alla realizzazione di umanoidi che ci assomigliano sempre di più. La prova la fornisce Hiroshi Ishiguro, il 53enne ricercatore dell’Università di Osaka che per anni ha lavorato alla creazione di umanoidi in grado di replicare anche esteticamente la nostra essenza di esseri umani.

Il Geminoid

Questo Geminoide è una copia curata nei dettagli più infinitesimali dello stesso Ishiguro: il suo modello, Geminoid HI-1, è dotato di muscoli facciali grazie ai quali riesce a riprodurre fedelmente le espressioni del viso. Altra caratteristica fondamentale del robot è anche la capacità di sostenere una conversazione con gli esseri umani. Lo sviluppo dell’umanoide ha impegnato l’equipe di Ishiguro per quasi un anno: oltre 6 mesi per realizzare fisicamente il prototipo, più di 3 per mettere a punto il software di gestione interna, in parte sviluppato dal team del prof. Sorbello.
Il costo totale del progetto è stato di circa 30 milioni di yen, oltre 200.000 euro.

Conclusioni

All’esposizione ci hanno mostrato che il Geminoide era quello da 100000€, e quindi non poteva conversare artificialmente, ma era soltanto teleguidato.
Il modello da 1 milione di euro invece è in grado di sostituire tranquillamente il prof. Hiroshi Ishiguro che utilizza tranquillamente per le sue faccende quotidiane.

E’ stato davvero un grande piacere per me aver visto, dopo mesi che valuto sempre più ricerche per la robotica nel nostro paese aver conosciuto ed intervistato uno dei robot più evoluti sulla terra.

Ecco solo alcuni punti della mia intervista tradotta:

Quali sono le caratteristiche di Geminoid HI-4? 

  • Ha la pelle in silicone
  • E’ dotato di muscoli facciali
  • Può sostenere una conversazione
  • Può simulare uno stato di umore a seconda di come gli gira

Quali utilità avranno i robot del domani?

  • Aiutare nelle case di cura gli anziani a svolgere attività di socializzazione e provare emozioni
  • Sostituire un attore in uno spettacolo di teatro
  • Sostenere una conferenza in sostituzione dell’umano

Tra una settimana potrete trovare un’intervista avvenuta tra me ed il professore: è stato bello interagire in Inglese con il prof. Isciguro ed in Italiano con il Robot.

E
Emanuele Caracci è un informatico, blogger e pianista italiano. É attuale Fondatore e Direttore di Radio Artista, una web radio online che ha fondato a soli 13 anni.