Tecnologia

Whatsapp: grandi aggiornamenti in arrivo!

Il noto instant messaging Whatsapp, che recentemente ha implementato nella propria applicazione numerose novità, tra le quali alcune modifiche grafiche e più importanti, la crittografia end-to-end e l’addio al canone annuale, non ha ancora finito di stupirci! Qualche giorno fa, infatti, una fonte attendibile ha mostrato in anteprima molte novità che verranno rilasciate prossimamente o che sono già presenti nelle versioni beta dell’app. Tra le più importanti troviamo:

  • Le videochiamate: se ne parla già da mesi, sin da quando sono state introdotte le chiamate audio, ma ormai sembra essere questione di tempo;
  • messaggi quotati: come su Telegram, sarà possibile quotare i propri messaggi e quelli dei nostri contatti, molto utile nei gruppi con più persone;

 

  • Una nuova grafica del profilo utente, accompagnata da un QR Code che ci permetterà di trovare i contatti senza perdere tempo e ci lascia una mezza idea sulla possibilità che in futuro potremo ricercare i nostri contatti anche tramite l’uso di un nickname;
  • Più opzioni per l’eliminazione dei messaggi: potremo cancellare i messaggi più vecchi di 30 giorni, più vecchi di 6 mesi, tutti i messaggi tranne i preferiti, tutti i messaggi che contengono un URL, tutti i messaggi ove è contenuto un documento o immagine, tutti i messaggi degli ex-membri di un gruppo, tutti i messaggi senza nessuna eccezione;

Verranno fatti anche dei miglioramenti per quanto riguarda la traduzione di diverse lingue, tra cui quella italiana, e a livello funzionale al sensore di prossimità durante le chiamate e al browser interno. Inoltre, secondo altri rumors, tra le novità potrebbero esserci anche l’aumento del limite della dimensione nell’invio dei documenti, l’introduzione degli stickers e della segreteria telefonica: quest’ultima, tuttavia, potrebbe rivelarsi alquanto inutile data la possibilità di inviare messaggi audio tramite l’applicazione stessa.

Insomma, un miglioramento espansivo e ricco di qualità per Whatsapp! Non ci resta che attendere per avere la possibilità di provare le nuove funzionalità, che sebbene siano — in parte — simili a quelle di altre applicazioni, non possono che far comodo su una big-one!