Mobile Ma che fine ha fatto StonexOne?

Salvatore Bruno

FrontaleCorreva l’estate 2015 quando, Francesco Facchinetti, sulla sua pagina Facebook, iniziò a parlare di un progetto made in Italy chiamato StonexOne.

Egli proponeva, in collaborazione con Davide Erba, un device Android con buone caratteristiche tecniche capace di competere con i top di gamma 2015 alla modica di cifra di 300€.

Lo smartphone nel giro di pochi mesi venne messo sul mercato e quando arrivò nelle mani dei consumatori, tutti si accorsero che non era lo smaprthone che promettevano Facchinetti ed Erba, anzi era un device mal ottimizzato, pieno di problemi e pagato ben 300€.

A quel punto c’era poco da fare: il bootloader non era sbloccabile, la rom stock, anche detta “Ciao Os” era inutilizzabile per certi versi, e così iniziarono i fallimenti; per un lungo periodo la garanzia Stonex chiuse, per poi riaprirsi nell’ultimo periodo.

Da come tutti avevo previsto, il progetto StonexOne è destinato a chiudere, bisogna aspettare solo lo scadere dei 24 mesi di garanzia.

StonexOne venne venduto in più versioni, nonostante non cambiasse molto fra l’una e l’altra; l’unica differenza è stata nel nome: ognuno dedicato a un artista italiano differente.

StonexOne Frontal 1La prima versione fu Stonex #Galileo, la più venduta, ma nonostante ciò, alcune partite (circa 30 dispositivi) non vennero mai ritirate da Stonex, e quindi finirono a Ottobre 2016 in Polonia, sotto il marchio di Santin.

La seconda versione fu Stonex #DaVinci, meno venduta perché gli utenti si resero conto dei difetti di StonexOne, dopo che sul web, sono apparse le prime review; non sembrano però esserci partite mai ritirate di questo modello.

Terza e ultima versione #Dante, la meno venduta in assoluto, ha avuto un gran numero di partite non ritirate, pertanto è ancora in vendita su Aliexpress, sotto il marchio di Santin.

Stonex dopo questo colossale fallimento non si fermò, continuò a produrre un’Action cam, un Hoverboard e un app di messaggistica, chiamata CiaoIM. Ovviamente anche questi 3 progetti sono finiti col passare dei mesi nel dimenticatoio.

Oggi lo store ufficiale di Stonex è diventato un sito Spagnolo per scaricare film, mentre il sito ufficiale di CiaoIM è ancora vivo,

Questo è in breve il riassunto della brutta fine che ha fatto questa azienda “Tricolore”.

E voi cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Salvatore Bruno
Appassionato alla tecnologia fin da 8 anni, mi tengo informato sulle ultime news sia dal lato pc che smartphone.
Trackback URL
  • Marco Armiraglio

    Bravo spiegato molto bene 🙂

    • Salvatore Bruno

      Grazie mille!

  • Senatore Massimo

    io manco sapevo cosa fosse

    • Salvatore Bruno

      Benvenuto! 😀