Recensione Anker PowerCore II: qualità/prezzo imbattibile

Alessandro Musumeci

I prodotti testati oggi, cortesemente forniti dalla celebre azienda Anker, rispecchiano a grandi linee quella che è stata la fama acquisita in questi ultimi anni da questa azienda che, mantenendo uno standard qualitativo altissimo, ha saputo trattenere i prezzi molto al di sotto del previsto.

Oggi parleremo della nuova linea di PowerBank, usciti solo qualche mese fa, ovvero i PowerCore II.
Mi sono state inviate due versioni: una da 10.000 mAh e una da 20.000 mAh, allegandomi inoltre due cavi Anker da 0.9m e da 1.8m.

Confezione

La confezione, sempre curata, contiene praticamente gli stessi oggetti: libretto d’istruzione, comoda sacca in tessuto per proteggere il powerbank e cavo di ricarica microUSB-USB.

Design e primo utilizzo

Il powerbank da 10.000 mAh è lungo poco meno di 9.6cm, vantando un peso di circa 200 grammi. Il design è molto semplice, completamente nero, dotato di ingresso per la ricarica microUSB, e di un’uscita FastCharge USB, con la quale è possibile ricaricare il proprio iPhone 7 per almeno 3/4 volte senza nessun tipo di problema. La ricarica FastCharge assicura inoltre una ricarica molto rapida. Il dispositivo inoltre si spegnerà non appena l’apparato in ricarica raggiungerà un livello di batteria sufficiente. Qualora si volesse invece prolungare la carica fino al completamento della ricarica, basterà semplicemente premere nuovamente sul bottone presente sul power bank che a quel punto erogherà ulteriore energia fino al completamento della carica del dispositivo.

Design identico, ma dimensioni un po’ più importanti possiede invece il PowerCore II da 20.000 mAh: 17cm di lunghezza per un peso di circa 370grammi. Con questo dispositivo è possibile, a detta dell’azienda, mantenere in vita un iPhone 7 per circa una settimana intera senza dover ricorrere al classico caricatore di corrente. Come nella sua versione più ridotta, il tasto centrale dispone di alcuni led posti a cerchio che indicano la percentuale di batteria residua.

Inoltre, in entrambe le sue versioni, l’uscita USB per la ricarica FastCharge, funziona anche in ingresso: dunque potrete ricaricare il vostro PowerBank in un batter d’occhio ed essere pronti ad un viaggio lungo ed impegnativo.

Conclusioni

I prezzi dei Powercore II, tanto tecnologici quanto performanti ed economici, si aggirano sui circa 30€ per la versione da 10.000 e 40€ per la versione da 20.000. La comodità della versione da 10.000 è tuttavia innegabile, in quanto entra comodamente in tasca insieme al dispositivo in ricarica. Sono però altrettanto sicuro che un utente che ha bisogno di tutta l’energia presente in 20.000 mAh, non si farà di certo impensierire da qualche centimetro di lunghezza in più. Mi sento di consigliarlo davvero a tutte le persone che, come me, soffrono di problemi di batteria con il proprio smartphone. È davvero un oggetto comodo, pratico e molto utile in qualsiasi situazione.

Anker PowerCore II: qualità/prezzo imbattibile

8.6666666666667

Confezione

9/10

    Comodità

    9/10

      Prezzo

      9/10

        Pros

        • Dimensioni
        • FastCharge
        • Design

        Cons

          © RIPRODUZIONE RISERVATA
          Alessandro Musumeci on Facebook
          Alessandro Musumeci
          Trackback URL