Recensione KLIM Chroma: tastiera low-budget per gamers

Alessandro Musumeci

Il prodotto che recensiremo oggi, cortesemente fornito dalla start-up italiana KLIM, è una tastiera a membrana orientata ad un’utenza di videogiocatori che vogliono spendere poco ma giocare ad alte prestazioni, la KLIM Chroma.

Installazione e prime impressioni

Nella confezione è presente solo ed esclusivamente la tastiera ma da lodare l’installazione, la quale è avvenuta in pochissimi passi.

Il cavo è molto sottile, lungo al punto giusto e non si attorciglia facilmente. Una volta collegata al computer la tastiera, dopo qualche secondo per l’installazione automatica dei driver, è già pronta all’uso. La KLIM Chroma è totalmente costruita in plastica nera, ciononostante ai lati rimane molto solida e stabile e non dà per nulla l’impressione di una tastiera low-budget.

I tasti, quando la tastiera è spenta, sono sicuramente leggibili ma probabilmente li avrei resi ancora più chiari.

Sul lato destro della tastiera – nella parte alta – è presente un tasto che accende – o spegne – l’illuminazione RGB, la quale non è purtroppo controllabile in nessun modo. La tastiera quando è illuminata è davvero bella, lavorando in situazione di luce di penombra o addirittura di buio totale rende i tasti piacevolmente visibili senza arrecare troppo fastidio agli occhi e illuminando dolcemente l’ambiente circostante.

I tasti hanno una corsa abbastanza ampia, sono abbastanza silenziosi, quindi niente paura per le nottate di gaming: sono certo che non riuscirete a svegliare nessuno!

Conclusioni

Si tratta sicuramente di una tastiera, come detto in precedenza, low-budget: il prezzo attuale su Amazon è di qualche centesimo superiore ai 19€ e sarebbe difficile aspettarsi di più a questo prezzo. Sarebbe stata senz’altro gradita una programmabilità dei colori sulla tastiera o magari qualche tasto in più sulla parte alta della tastiera per il controllo del volume ma sono certo che il rapporto qualità-prezzo di questa KLIM Chroma rimane indiscutibilmente alto.

Mi sento dunque di consigliarlo a quella fascia di utenti che non vogliono spendere un patrimonio per tastiere meccaniche, super programmabili e dalle prestazioni da urlo, ma che vogliono comunque preservare un minimo di funzionalità base, arricchite da quel tocco di luci LED che rendono la tastiera molto più intrigante.

7.8

Installazione

9.0/10

Tasti

7.0/10

Illuminazione

7.5/10

Pros

  • Rapporto qualità-prezzo
  • Solidità

Cons

  • Programmabilità
  • Tasti funzionali
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Musumeci on Facebook
Alessandro Musumeci
Trackback URL
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: