MobileRecensione

Leagoo Alfa 5: il riscatto dei telefoni made in Cina

Il mercato cinese è ormai in continua espansione e mentre ci sono moltissime aziende che sono si stanno aprendo sempre di più al mercato internazionale producendo telefoni di fascia alta come Huawei Xiaomi, ce ne sono altre che invece continuano a produrre smartphone economici che spesso vengono presi poco in considerazione in Europa: una di queste è di sicuro Leagoo e quest’oggi parleremo dell’Alfa 5, uno dei loro smartphone di fascia bassa che potrebbe farvi cambiare idea sugli smartphone cinesi.

Unboxing

Troviamo tutto all’interno di una scatola di color legno e che ricorda molto lo stile Samsung, all’interno troviamo il telefono e più in fondo alcuni accessori: un paio di cuffie auricolari semplici, un cavo USB, un alimentatore da 1A e una pellicola protettiva insieme alle spugnette per pulire lo schermo prima di applicarla (ottima trovata, dato che si tratta di un telefono poco conosciuto sarebbe stato difficile trovarne una adatta nei negozi).

Sono presenti inoltre un libretto delle istruzioni — che è scritto in inglese e non è per niente esaustivo nelle spiegazioni — ed una brochure dove viene spiegato in dettaglio il tipo di garanzia applicata sul telefono.

DSC_0739

Specifiche Tecniche

Sistema Operativo
Android 5.1

CPU
Cortex-A7 SC7331 Quadcore 1,3 Ghz

GPU
Mali 400 MP2 920MHz

Network
2G (GSM) 850/900/1800/1900 e 3G (WCDMA) 850/1900/2100 o 900/2100MHz

Memoria
1GB RAM + 8GB ROM (espandibile fino a 32GB)

Display
5″ IPS

Risoluzione del Display
1280×720

Fotocamera Posteriore
8MP AF

Fotocamera Anteriore
5MP FF

Batteria
2200mAh

Dimensione
143.9 x 71.5 x 8.9 mm

Peso
136.8g


Design

Parlando in primis del punto di vista estetico non ci si può lamentare, davvero niente male la parte esterna del telefono che potete osservare anche nelle varie foto. La forma riprende da vicino quella del famoso OnePlus One, nella parte posteriore la fotocamera è un po’ più al di fuori della scocca (che non è piatta ma curva) e rende dunque un po’ complicato l’utilizzo dello smartphone se appoggiato in una superficie piana.
Gli unici tasti fisici presenti per interagire con il telefono sono quello di accensione/spegnimento e quelli per il volume +/-, i classici tasti menù/home/indietro invece sono touch e utilizzabili soltanto quando lo schermo è acceso.

DSC_0743

Software Leagoo

Quando accenderete Alfa 5 per la prima volta vi verrà presentata una breve introduzione del telefono e vi verrà chiesto di impostare la lingua di Android, dopo di ché potrete iniziare ad usare lo smartphone. Non ci sono molte innovazioni nel lato software, usandolo per un po’ di tempo vi renderete conto che è ispirato ad altre ROM: per esempio, il menù a tendina è uguale a quello della CyanogenMod, e anche le impostazioni sono molto simili! Non c’è invece il menù principale, tutte le applicazioni risiedono nella finestra principale e in quelle accanto: questa idea, insieme alle icone, proviene invece dalla MIUI, ROM che personalmente ammiro per il design e che è una delle più comuni da ritrovare nei telefoni cinesi.
Oltre alle applicazioni di stock troveremo già pre-installate le Google Apps di base (ma ne mancano alcune come Hangout e YouTube che potrete comunque scaricare successivamente dal Play Store se ne fate uso) delle applicazioni “esclusive” tra cui un App StoreLEAGOO Beauty, un’app molto simile a Retrica. La possibilità di aggiungere effetti alle foto è presente anche nella galleria, insieme ad altri strumenti utili per modificare le immagini… molto semplici, ma abbastanza funzionali!

La scelta di ispirarsi ad altre ROM a mio dire è stata azzeccata, anche perché come vi spiegherò in dettagli successivamente, è molto ottimizzato e abbastanza performante!

Fotocamera

L’applicazione principale della fotocamera è Google Camera. Mi aspettavo tutt’altro che un risultato positivo per quanto riguarda la fotografia, invece sono rimasto molto colpito dalla fotocamera posteriore che scatta foto con buone tonalità di colori e un ottimo autofocus, e anche al buio sono discrete; quella frontale non è da meno, ma il peggioramento è evidente per ovvi motivi.
Per quanto riguarda i video invece avrete la possibilità di scegliere se farli in SD, HD, o Full HD ed è un bene in quanto si potrebbe decidere di risparmiare spazio.

Purtroppo però presenta alcuni fattori negativi, per esempio l’impossibilità di scattare foto in 16:9, o meglio, è possibile scattarle ma la qualità delle foto scende drasticamente (2MP) ed è davvero improponibile, quindi personalmente vi consiglierei di optare per il 4:3; in secondo luogo, la qualità dei video e delle panoramiche non è delle migliori.

Fotocamera frontale, test con la luce – 4:3, risoluzione massima

Prestazioni

Notevoli le prestazioni del telefono principalmente grazie al processore che è abbastanza noto per le performance che offre nei telefoni di fascia media/bassa (era usato anni fa anche nel Samsung Galaxy S2). Si riesce tranquillamente a giocare anche con i giochi che sforzano maggiormente il telefono e la navigazione va molto bene sia su Chrome che su Opera. L’aspetto negativo si presenta quando si scaricano applicazioni che restano in background consumando velocemente la RAM (Facebook, Messenger e Instagram sono le più risapute per questo problema): il telefono è limitato da 1GB di RAM e quindi bisogna far attenzione a questo problema; Facebook Lite, a proposito delle app di Facebook sopracitate, sarebbe un’ottima soluzione per esempio.

Dettagli Rilevanti

Durata della batteria: discreta per la quantità a disposizione, arriva a fare tre ore di schermo e molte ore di stand-by, può andar bene a chi non lo utilizza più di tanto. La ricarica è discretamente veloce, si ricaricherà completamente nel giro di due ore o poco di più all’incirca.
Schermo: ottima risoluzione, nonostante non sia in Full HD lo schermo si vede molto bene anche guardandolo dagli angoli, non dei migliori quando lo si usa al sole ma aumentando la luminosità al massimo è usabile; il touch non è invece del tutto fluido, ma si nota soltanto in situazioni particolari, per esempio quando si scrive.
Audio: non male nelle chiamate e nella riproduzione di musica o video con audio, pecca invece il vivavoce che rende la voce un po’ rauca.
Ricezione: ottima in Wifi, 2G e 3G, purtroppo però non è presente il 4G.

Conclusioni

Relativamente a quanto detto fin’ora, è un telefono che ha molte qualità ma anche delle pecche che talvolta potrebbero essere rilevanti in base alle esigenze dell’utente. Tuttavia c’è da dire che vale a pieno il prezzo di vendita attuale (69,99€) e che se non si vuol spendere molti soldi per un telefono ma si esige un minimo di ottimizzazione, questo telefono potrebbe essere un’ottima scelta!

Infine, tengo a ringraziare il venditore del telefono, EasySMX, che ci ha dato l’opportunità di provare questo smartphone al fine di dare un giudizio personale in merito!

Acquistalo su Amazon! »

DSC_0744