RecensioneTecnologia

Morefine MAX1

Qualche tempo fa parlavamo di smartphone economici e oggi ve ne presentiamo un altro, il Morefine MAX1: telefono che offre un buon equilibrio tra tutte le sue caratteristiche e che si trova online a meno di 100€, prezzo appetibile per chi è alla ricerca di uno smartphone economico. Sarà all’altezza? Scopriamolo insieme!

Unboxing di Morefine MAX1

Confezione semplice e concisa, si tratta di uno scatolo di cartone grande in proporzione allo smartphone e a ciò che troviamo in dotazione:

  • Alimentatore da 5V/1A + Cavo USB/micro USB
  • Custodia trasparente in silicone
  • 2 Pellicole protettive in plastica
  • Manuale delle istruzioni

 

Tuttavia non sono presenti un paio di auricolari (ormai esclusi in molte confezioni di cinafonini e non), mentre è stata una buona trovata l’inclusione di cover e pellicole poiché, essendo un telefono poco conosciuto in Europa, gli accessori sono difficilmente reperibili nei negozi fisici.

Scheda Tecnica

Sistema Operativo
Android Lollipop 5.1

CPU
MTK6735 Quad Core 1.0GHz

GPU
Mali-T720

Memoria
2GB RAM + 16GB ROM (espandibili)

Display
5.0″ IPS, 2.5D – 1280×720

Fotocamera Posteriore
8MP Sony con PDAF

Fotocamera Anteriore
2MP

Batteria
2150mAh

Design & Materiali

Morefine MAX1La costruzione di Morefine MAX1 ricorda il caro e buon vecchio iPhone 4, in particolare sulla back-cover che è fatta interamente in vetro e dove troviamo la fotocamera anteriore con il flash LED dedicato e il brand insieme al modello dello smartphone in questione, con un carattere coerente allo stile generale. Sul lato sinistro abbiamo i tasti per aumentare/diminuire il volume e il tasto di accensione, mentre sul lato opposto abbiamo lo slot per le SIM (o per la micro SD), estraibile con l’accessorio specifico in dotazione o con una graffetta. Nella parte bassa abbiamo invece il connettore micro USB e la cassa audio.
Un design quindi che mantiene un profilo più elegante raffinato rispetto ai suoi concorrenti, ma pecca un po’ nell’esperienza d’uso in quanto il grip non è dei migliori: tende a scivolare se non utilizzato insieme alla cover in silicone. Rilevante anche l’assenza dei tasti fisici sul fronte (che personalmente preferisco), sostituiti dai tasti incorporati nel software.

Morefine MAX1

Software

Morefine MAX1 è aggiornato ad Android Lollipop 5.1: non è la versione più recente di Android, ma rimane comunque al passo con gli anni, anche se l’ultima patch è stata rilasciata nel Gennaio 2016. Non ci si può lamentare invece se si parla di ottimizzazione: risulta essere più performante del previsto, anche se talvolta si ha qualche lag, probabilmente dovuti all’hardware economico; niente di esagerato in ogni caso e del tutto comprensibile se si considera la fascia di prezzo.
Il sistema è genuino e non presenta modifiche rilevanti, né applicazioni aggiuntive. Si può considerare quindi, Android stock.

Hardware

Performance
Come già detto questo telefono dispone di un hardware di fascia bassa, ma nonostante ciò, si comporta bene in performance e utilizzo generale, sia con le applicazioni di sistema ché quelle installate. Non è il massimo sul gaming: con buone probabilità li reggerà tutti ma non ai massimi dettagli; per esempio, Asphalt 8 Real Racing 3 si avvieranno entrambi e daranno il meglio di sé graficamente, ma — in particolare sul primo — gli scatti di lag (seppur minimi) sono evidenti e avvengono frequentemente, anche se comunque non ai livelli di ingiocabilità.

Audio
Il livello massimo dell’altoparlante presente in Morefine Max è alto quanto basta, ma l’audio in sé è deludente: non sulle chiamate dove si sente abbastanza bene, piuttosto invece, nella riproduzione musicale e sui giochi, dove risulta essere privo di bassi e un po’ fastidioso a dir la verità, quasi come se ci fossero delle interferenze.
È presente la Radio FM, ma indubbiamente questo non lo rende il telefono di un audiofilo: questo fattore andava curato un po’ di più.

Fotocamera
Niente di straordinario neanche quando si parla di fotocamera, così come per la maggior parte degli smartphone appartenenti alla fascia economica. Con la luce non c’è niente da dire, sebbene sia chiara l’assenza di alcuni dettagli, le foto sono comunque un po’ troppo nitide e sature; quando c’è un po’ di buio la situazione degenera, ma si permane comunque sulla sufficienza con degli scatti discreti.
L’autofocus è abbastanza veloce e lo si dimostra in particolare nei video dove vale quanto detto per le foto ma si aggiunge la registrazione audio, che cattura i suoni più lontani ma si sente un leggero fruscio di base su qualunque video.
Di seguito potete osservare in primis uno scatto con e senza HDR, e in secondo luogo alcune foto fatte con questo telefono.

Ricezione
Nulla da segnalare durante le chiamate: la ricezione è buona e non ci sono molti switch tra 3G e 4G. Dispone inoltre della banda 800, che potrebbe essere rilevante se avete una SIM Wind per l’LTE.
Non ho effettuato nessun test su connessioni fibra, ma su qualsiasi ADSL ha mantenuto una buona velocità, al pari con i top di gamma.

Autonomia
Essa dipende più dall’uso che ne fate: in standby è duratura, ma durante le ore di utilizzo frequente, la batteria scende vorticosamente, arrivando sotto stress – nel mio caso – fino a metà pomeriggio. Non sarà il massimo come risultato e francamente mi aspettavo di più da una batteria non poi così piccola, però è quantomeno accettabile.

Conclusioni

Se vi ha convinto e volete acquistare il Morefine MAX1, potete farlo in uno degli e-commerce online in cui è disponibile nelle colorazioni bianco e nero, tra cui Gearbest e Amazon (con qualche spesa aggiuntiva).