Tecnologia

In arrivo durante il 2020 nuove emoticon per Whatsapp

Oggigiorno siamo soliti fare di tutto con lo smartphone e abbondano le applicazioni per comunicare sia via messaggio che a voce o addirittura in modalità video. Oltre a facilitare la comunicazione le nuove tecnologie che abbiamo sempre più a portata di mano sono capaci di venire incontro ad un’infinità di altri bisogni, dalla ricerca di informazioni, all’ascolto di musica fino all’in trattenerci quando siamo alla ricerca di svago. Basti pensare alle numerose di app di gioco e alla possibilità di accedere a casinò online per giocare e incassare jackpot interessanti, come si può fare su StarCasinò.

Durante le scorse settimane sono state rivelare quelle che saranno le nuove emoji che compariranno appena verrà rilasciata sul mercato la versione 13.0 di Whatsapp, la famosa applicazione celebre in tutto il mondo e forse la più utilizzata, perlomeno in Italia, per comunicare via chat.

Quali saranno i nuovi simboli che andranno ad integrarsi nelle comunicazioni e che spesso riescono a trasmettere emozioni e concetti anche meglio delle parole? In totale saranno 117 ma in realtà si tratta di 62 nuove emojis e di 55 ariazioni di genere e colore della pelle.

La lista completa include la faccina sorridente a cui cade una lacrima, cuore e polmoni disegnati in modalità anatomica, la donna in smocking, una persona (di diversi generi e colore della pelle) vestita da sposa, ometti di ogni etnia dando il biberon ad un bebé, persone abbracciate. Tra le emojis in ambito alimentare compariranno il bubble tea, i mirtilli, l’oliva, il peperone, la fondue… Per quanto riguarda gli animali si assisterà all’introduzione dello scarafaggio, la foca, la mosca, il verme, l’orso polare, il mammut, il bisonte e il gatto nero, tra gli altri. Tra gli oggetti della vita quotidiana compariranno ago e filo, lo spazzolino da denti, sega e cacciavite, una scala e una ventosa sturalavandini.

Whatsapp si dimostra un’app sempre più inclusiva aggiungendo anche il simbolo e la bandiera transgender.

Ha fatto sorridere gli italiani l’introduzione del famoso gesto che prevede il congiungersi di tutte le dita della mano, quello che utilizziamo per accompagnare frasi come “ma che dici?” e che i napoletani definiscono “a cuoppo”.  Di fatto, è un ragazzo proveniente da Cava de’ Tirreni l’ideatore di questa emoji. Adriano Farano lavora nella Silicon Valley, l’epicentro delle innovazioni tecnologiche mondiali. Il ragazzo racconta come sia nata l’idea di far includere questa emoji, si trovava a San Francisco con un’amica che lavora da Emojination e, parlando, si ritrovò a gesticolare animatamente come farebbe la maggior parte degli italiani. La ragazza gli chiese il significato di quello specifico gesto e ad Adriano venne l’idea di svilupparne l’emoji, Consorzio Unicode l’ha approvata e presto la troveremo in mezzo alle nuove immagini di WhatsApp, ovviamente in tutte le versioni che includono diversi colori della pelle.

L’apparenza di queste nuove emoji dipenderà dal sistema operativo dell’utente, secondo l’Emojipedia la versione di Whatsapp per iPhone che includerà queste nuove immagini sarà disponibile dal 17 giugno, Giornata Mondiale dell’Emoji. Il resto delle persone dovranno aspettare la seconda parte dell’anno per poter “scrivere” includendo questi nuovi disegni.

Webdesign, tecnologia, computers, web, grafica, etc..